L’estate sta finendo… e le vacanze anche!

L'estate sta finendoGli spazi aperti per le corse e le passeggiate sulla spiaggia diventano un ricordo, e anche per i nostri piedi tutto ritorna alla “normalità”: vita sedentaria al posto delle passeggiate e scarpe chiuse al posto dei sandali o delle ciabatte!

È giunto quindi il momento di un bel paio di scarpe nuove!

Ma in questa occasione ricordiamoci che all’interno della scarpa deve entrarci il nostro piede…!

La sua struttura, estremamente complessa, è una meraviglia di architettura che ci tiene in contatto col mondo in perfetto equilibrio, sia quando stiamo fermi in piedi e sia quando siamo in movimento camminando, correndo o saltando..

Ecco perché di fronte a queste continue sollecitazioni una scarpa non adatta diventa il peggiore nemico del nostro povero piede.

Infatti la scelta sbagliata di una calzatura può provocare fastidi che possono ripercuotersi oltre che sui piedi, anche su altre parti del nostro corpo. Pensate ad esempio al mal di schiena, all’affaticamento muscolare o ai problemi di circolazione!

Al momento della scelta della calzatura il consiglio è quello di provarle alla sera quando il piede è più gonfio e questo vi consentirà di valutare la calzabilità con maggior attenzione.

Spesso si legge che le scarpe hanno bisogno di essere calzate per diventare veramente “le nostre”, niente di più falso: il piede è un organo di senso per eccellenza ed è quindi la scarpa che deve adattarsi al piede e non il contrario!

La scelta della calzatura è quindi una scelta ragionata che deve valutare: i materiali (in pelle e fibre naturali per la tomaia, in pelle e materiale elastico per la fodera), le suole (in cuoio o in microporosa) sono fondamentali poiché una corretta distribuzione del peso del corpo deve avvenire uniformemente su tutto il piede. I tacchi, troppo alti o troppo bassi sono la causa di una scorretta distribuzione del peso e di una cattiva postura. Le solette, nulla da eccepire su quelle in dotazione standard, a queste l’alternativa di qualità per migliorare l’appoggio sono le solette ergonomiche EASYFOOT, che vengono realizzate su misura con innovativi sistemi elettronici e con materiali differenti in funzione dell’utilizzo: sport, city, relax e work.

Ci sono poi tanti tipi di forme in commercio quindi prima di fare la scelta osservate con attenzione la conformazione del vostro piede in particolar modo la lunghezza del primo dito (alluce) e del secondo: a seconda della loro lunghezza potrete meglio decidere quale forma di punta è meglio per il vostro comfort.

o            il piede quadrato o romano (con l’alluce e il secondo della stessa lunghezza): predilige una punta quadra (per l’appunto)

o            il piede greco (con l’alluce più corto del secondo dito): predilige la punta tonda

o            e il piede egizio (con l’alluce più lungo del secondo dito): predilige la forma quadra o quella “tedesca”.

Ma attenzione! Anche la pianta delle scarpe è di estrema importanza: ricordate che la causa delle callosità sono proprio le scarpe a pianta stretta , le più diaboliche!!

Favoriscono la formazione di calli interdigitali, ipercheratosi, la famosa nocetta sulla prima testa metatarsale e se poi sono anche a punta favoriscono la formazione dell’alluce valgo.

E allora, quando scegli le tue prossime scarpe, ricordati di pensare anche alla salute del tuo piede!

E come diceva il saggio (SOCRATE) “Quando i nostri piedi fanno male, sentiamo il male dappertutto”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

css.php