Piede dello sportivo

La preparazione del piede dello sportivo è delicata poiché questo tipo di piede è generalmente fortemente sollecitato, delicato e differente a seconda dello sport praticato.

Nel calcio la principale incidenza di patologie traumatiche si riscontra a livello dell’arto inferiore (dal 64.7% fino al 88% a secondo delle statistiche considerate). Le principali articolazioni interessate sono nell’ordine ginocchio e caviglia. Le patologie che interessano il piede hanno un riscontro percentuale che arriva fino al 7 %. Le patologie riscontrate possono essere di tipo traumatico acuto o da sovraccarico (overuse).

I fattori preventivi delle lesioni traumatiche insieme al riscaldamento, stretching,, ginnastica propriocettiva e tapping, sono da considerarsi anche le solette plantari personalizzate

Infatti esse servono alla correzione dei dismorfismi dei piedi (p. es. piede piatto o cavo)  e sono altresì funzionali per assorbire l’onda d’urto che si genera con l’impatto della palla-piede-suolo specie per i più giovani.

La riuscita dell’ortesi plantare sportiva è frutto di una stretta collaborazione fra il medico prescrivente, il tecnico ortopedico, lo sportivo ed il suo ambiente (allenatore, fisioterapista, ecc.). Lo studio del gesto dell’atleta, vale a dire dell’insieme dei movimenti caratteristici di ogni sport, e delle sue caratteristiche individuali, dalla prestanza fisica al  tipo di scarpa calzata unitamente  alla loro usura ed alle deformazioni, rivestono anch’essi ruolo di grande importanza per la riuscita di una ortesi sportiva su misura.

Il piede dello sportivo, a causa delle continue sollecitazioni, è generalmente cavo e contratto, e gli elementi ortesici avranno come comune denominatore la barra metatarsale retrocapitata che potrà essere a seconda dei casi di equilibrio (per es. per un podista), di ancoraggio (per es. per un calciatore)  o di bloccaggio (per es. per un tennista). Quindi l’ortesi plantare sportiva diviene una forma di aiuto statico-dinamico del piede, capace di influenzare positivamente la psiche dello sportivo poiché se realizzata a regola d’arte permetterà allo sportivo di ritrovare, di realizzare e addirittura di superare le prestazioni alle quali aspira.

Nel calcio la parte del collo piede e in generale quella centrale, subisce senza alcuna protezione continui impatti causati dalla frequenza e dalla violenza dei tiri. L’ortesi sportiva dovrà prevedere quindi una tecnologia di realizzazione che ammortizzi gli impatti piede-palla che investono questa zona del piede provocando talvolta dolori che condizionano negativamente le prestazioni dell’atleta e prevedere anche un alloggiamento talloniero al fine di stabilizzare il piede all’interno della scarpa e apportare maggior confort durante l’impatto tallone-terreno.

Inoltre i plantari personalizzati migliorando l’appoggio del piede e la sua propriocettività, non solo nello sport ma anche nella quotidianità, danno una maggiore stabilità, assicurano un efficace ritorno venoso grazie all’effetto elastico sulla pompa venosa del piede.

Il centro   inpiedi si avvale delle più moderne e sofisticare apparecchiature computerizzate per la realizzazione di plantari su misura, dai sistemi CAD-CAM alle pedane elettroniche per la misurazione del passo, dove il cliente può seguire a video lo sviluppo del progetto tridimensionale del suo plantare.

La preparazione universitaria e pratica del tecnico ed il suo costante aggiornamento tecnico-scientifico unitamente all’attenzione al rapporto umano costituiscono una garanzia del risultato finale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

css.php